L’Associazione nasce come evoluzione di un precedente Progetto di organismo privato costituito nel dicembre 2002 da un primo nucleo di tredici Soci fondatori che, dopo un anno circa di studio e preparazione , sulle linee-guida di uno specifico progetto di Ascom Treviso per la rivitalizzazione del Commercio nei Centri Storici della provincia sostenuto anche dalla locale Camera di Commercio I.A.A., diede vita all’allora Associazione Commercianti per il Centro Storico di Montebelluna.
Scopo principale della neo-costituita associazione fu quello di rivitalizzare il Centro Storico cittadino anche sul piano commerciale tentando così di creare un’alternativa anche alle grandi strutture di vendita del territorio.
Il 2003 fu l’anno di effettivo avvio dell’attività della neo-nata Associazione che raccolse da subito l’adesione di una trentina di imprese che credettero nello spirito di aggregazione propugnato dall’associazione per dar corso ad un progetto mirato di valorizzazione del Commercio tradizionale collocato nell’ambito di un Centro cittadino.
Nel breve volgere di un anno la nuova Associazione, costituita ed operante in seno all’Ascom locale, esplicò nelle varie forme il suo operato sia con la realizzazione di materiale pubbli-promozionale rivolto alla potenziale clientela sia con iniziative di animazione e rivitalizzazione del Centro cittadino.
Grazie a specifici accordi ed alla collaborazione instaurata fin dall’inizio con l’Amministrazione Comunale l’attività dell’allora associazione dei Commercianti del centro, che nel frattempo era evoluta anche sul piano della comunicazione con la pubblicazione di un proprio giornale Montebelluna e Dintorni, realizzato per un maggior coinvolgimento della Cittadinanza, oltre che della fidelizzazione dei Consumatori (il primo Concorso a Premi Compra & Vinci risale al 2005), si inserisce sempre più nel contesto cittadino dando vita ad iniziative che da allora hanno riscosso nel tempo un crescente successo (le serate di In Centro, tutta un’altra Musica…, meglio note come Giovedì Musicali ad esempio richiamano un pubblico oramai di provenienza provinciale).
L’iniziativa è stata allora promossa proprio per ridare spazio ai cittadini nelle serate estive e creare momenti di aggregazione e rivitalizzazione anche attraverso uno shopping rilassato.

Proprio sulla base dei risultati ottenuti e ritenendo che la naturale evoluzione dell’organismo sarebbe stata quella poi perseguita, nel 2007 l’Associazione Commercianti per il centro Storico di Montebelluna in collaborazione con l’Ascom locale e l’Amministrazione Comunale diedero il via ad un percorso condiviso e partecipato che portò nell’aprile del 2009 alla costituzione dell’attuale associazione Il Mosaico-un Centro da Vivere che vede tra i Soci fondatori oltre all’Ascom locale anche l’Amministrazione Comunale, altre Organizzazioni locali di rappresentanza del Commercio ed Artigianato (Confesercenti, C.N.A. e Confartigianato) ai quali fin da subito si unirono oltre sessanta imprese private del commercio e della somministrazione.
Alle origini il percorso ha preso le mosse dalla piena consapevolezza che l’area urbana centrale e a vocazione commerciale del capoluogo si configuri come un vero e proprio centro commerciale all’aperto.
Tale considerazione non nasce soltanto dall’adesione ad una tendenza estesa a livello nazionale di interpretare i centri storici come centri commerciali naturali ma trova ragioni oggettive e specifiche nella storia di Montebelluna che ci ha lasciato in eredità un impianto urbanistico studiato a monte per la realizzazione di una città-mercato.
Agli occhi dell’osservatore esterno il nucleo centrale di questa città appare progettato ad hoc per ospitare il commercio nelle sue due forme tradizionali: in area pubblica(mercato settimanale tra i più importanti in assoluto a livello regionale) e in sede fissa(i negozi).
Attorno al sistema simmetrico delle piazze ottagonali costruite all’interno di un perimetro rettangolare si articola oggi una rete distributiva uniforme che può avvalersi di luoghi d’incontro, scambio, di relazione che altre realtà urbane meno leggibili invidiano.
Opere pubbliche destinate a rinnovare l’aspetto fisico dei luoghi, azioni di marketing della rete commerciale ,innovazioni nella gestione dei punti vendita sono gli ingredienti essenziali di un menù programmatico ambizioso studiato per soddisfare l’attesa di un centro città più vitale, competitivo, ma al tempo stesso capace di interpretare il ruolo di grande casa comune in cui riconoscersi e in cui ospitare un pubblico di visitatori sempre più vasto.
È questa la filosofia de Il Mosaico: un insieme in cui ogni parte restituisce valore aggiunto al risultato finale.

Montebelluna ha rappresentato in questi anni, grazie a quest’esperienza, un’occasione di studio interessante, un luogo adatto al confronto di idee ed esperienze.

Il progetto ed il percorso sinergico e condiviso tra Pubblico e privato de Il Mosaico ha ottenuto tra l’altro un significativo riconoscimento a livello regionale attraverso la partecipazione al primo bando indetto dalla Regione del Veneto per la riqualificazione e rivitalizzazione delle aree centrali dei Centri Storici.
Un Bando attraverso il quale sono stati realizzati i più recenti interventi nelle vie e piazze cittadine e che peraltro ha consentito anche all’Associazione di realizzare alcune iniziative di rivitalizzazione con particolare attinenza al Commercio del centro Storico.
Grazie a questo importante sostegno e a quello che annualmente mettono in campo oltre all’Amministrazione Comunale di Montebelluna, Camera di Commercio di Treviso, Provincia di Treviso, Ascom-Confcommercio di Treviso e gli oltre ottanta esercizi commerciali associati, l’Associazione riesce a mettere in atto alcune tra le più significative azioni finalizzate alla rivitalizzazione del Centro cittadino: manifestazione estiva nelle serate del giovedì, manifestazioni nel mese di ottobre (Mostra mercato del disco, Mosaico in Fiore, Giocolando rassegna del teatro di strada), Enotour, Mercatino di Viale della Vittoria, Concorso a Premi Premiati col Mosaico, addobbo natalizio con luminarie, tanto per ricordare i più significativi interventi realizzati con il duplice scopo di dar vita ad un Centro che respira attorno al sistema delle piazze, in un luogo urbano unico, irripetibile, storicamente progettato per favorire l’incontro tra commerci e comunità.
Il Centro Storico è scenario d’incontri, di desideri e di emozioni e l’obiettivo de Il Mosaico è di moltiplicarne la forza attrattiva.